Per alcune persone possono esistere delle difficoltà oggettive per raggiungere e mantenere, con i soli alimenti naturali, gli introiti di calcio raccomandati dai LARN.


Il problema si pone quando esiste una documentata intolleranza intestinale, anche a prescindere da una vera (più spesso “presunta”) “reazione avversa” da deficit di lattasi. L’intolleranza al lattosio, peraltro non rara in Italia, si manifesta con disturbi (meteorismo, crampi, diarrea) di entità proporzionale alla quantità di lattosio ingerita, per cui è possibile, nella maggior parte dei casi, utilizzare dei formaggi a lunga stagionatura. In tutti coloro che non raggiungono la quantità necessaria giornaliera di calcio può essere consigliabile una integrazione con supplementi.